Riparti da te stesso per ritrovare il tuo equilibrio

Spesso accade che le cose lontane ci appaiano chiare, mentre quelle vicine risultino poco nitide.
Ciò non è dovuto ad una disfunzione, quanto più ad un approccio sbagliato.

Un esempio tangibile di questo modo diverso di relazionarsi alle cose lo abbiamo nella convivenza a cui siamo destinati sin dalla nascita: quella con noi stessi.

È una convivenza che, con delle piccole accortezze, potrebbe risultare più efficace.

L’errore parte dal principio: pensiamo di essere un tutt’uno. Ed invece no. Siamo una macchina composta da diversi ingranaggi ma, per non impelagarci in un argomento complesso ed ostico, ci limitiamo a scomporlo in due macroaree: il corpo e la mente.

Questo lo avevano già compreso 5.000 anni fa in India, lì dove nasceva l’antica arte del Massaggio Ayurveda: una tecnica che vede le sue fondamenta proprio nella relazione tra le due macroaree in cui abbiamo teoricamente scomposto la nostra persona.

Il massaggio ayurvedico pone poi l’uomo all’interno dell’universo, consapevole che esso non è un essere indistinto da ciò che lo circonda, ma è un tutt’uno con esso.

Ripartire da vicino, ripartire da se stessi, serve a ritrovare il proprio equilibrio.


Quest’antica tecnica di massaggio ha lo scopo di ristabilire questo equilibrio attraverso movimenti dolci e lenti…

Per scoprire di più su questa tecnica visita il nostro sito: Massaggio Ayurveda

Condividi