VISO: i 3 consigli utili per affrontare il freddo

Con il diminuire delle temperature si tende a coprirsi come meglio si può, ma, ahimè, il viso rimane sempre la zona più esposta del corpo.

 

Infatti il cambiamento climatico tende sempre a creare un “trauma” alla pelle del viso causato dallo sbalzo di temperature tra l’interno e l’esterno che tende a seccare e disidratare la pelle.

 

Durante la stagione più fredda il viso ha bisogno di ricevere cure particolari, soprattutto per chi ha pelle sensibile, per evitare l’insorgere di situazioni permanenti antiestetiche come l’eritrosi (rossore del viso permanente), couperose (rottura dei capillari più superficiali) o rughe.

 

 

Ecco dei consigli su come affrontare al meglio questa stagione:

 

1. La miglior cura come sempre è la prevenzione, infatti bisognerebbe avere comunque una cura quotidiana del viso con l’utilizzo di detergenti e creme specifiche tutto l’anno e non solo durante l’inverno. Inoltre sarebbe bene preparare il corpo anche dall’interno, ovvero con l’assunzione di molti liquidi, rivolgendosi magari alle bevande calde come té e tisane, da non dimenticare anche che l’inverno è la stagione degli agrumi, ricchi di vit C, che ci proteggono sia dai raffreddori, sia sono un grande aiuto per la protezione dei vasi sangugni.

 

2. La beauty routine va leggermente modificata: al mattino e sera è importante detergere la pelle con prodotti non troppo aggressivi, soprattutto quelli contenenti il sodium laureth sulfate che privano la pelle del suo naturale film idrolipidico, anche l’esfoliazione deve essere fatta con più cautela. Accantoniamo i fluidi dell’estate e al via con l’utilizzo di creme ricche e corpose che siano idratanti e protettive allo stesso tempo. Ottime le creme contenenti burro di Karité olio di Jojoba o olio di sesamo, in grado di creare una barriera sulla pelle. si alle maschere viso nutrienti e riparatrici e alle creme notte. E’ importante non uscire mai di casa senza aver applicato la crema.

 

3. Evitare di rimanere esposti al freddo troppo al lungo, e non dimenticare sciarpa e cappello. Anche lo sbalzo di temperatura da freddo al caldo e viceversa è molto dannosa. Inoltre anche negli ambienti chiusi l’aria tende ad essere secca, per l’utilizzo di termosifoni o stufe. Si può combattere la secchezza degli ambienti mettendo un umidificatore al termosifone, magari aggiungendo qualche goccia di olio essenziale per rendere l’ambiente più gradevole.

 

Monica Marangella

Condividi